Omicidio Sarah Scazzi, Cosima e Sabrina restano in carcere

Taranto, 20 giu. (TMNews) – Sabrina Misseri e Cosima Serrano restano in carcere. Lo ha deciso il tribunale del Riesame di Taranto  (presidente De Tomasi, relatore De Michele, giudice a latere Ruberto), respingendo così il ricorso presentato dagli avvocati delle due contro l’ordinanza di custodia cautelare in carcere che era stata notificata loro il 26 maggio scorso per l’omicidio di Sarah Scazzi. La decisione è stata comunicata dopo una lunga camera di consiglio.

Cosima e Sabrina sono accusate di concorso in omicidio e soppressione di cadavere.

“Prendiamo atto della decisione. Adesso presenteremo appello alla Corte di Cassazione”. Lo dice l’avvocato Franco De Jaco, legale di Cosima Serrano, a proposito dell’ordinanza del Tribunale del Riesame di Taranto. Quanto all’udienza di domani del Tribunale del Riesame (in diversa composizione) sul ricorso della Procura della Repubblica contro la decisione del gip di non accogliere a carico di Cosima l’ipoesi di reato di sequestro di persona, il legale afferma che “non si aspetta nulla” e aggiunge: “rimane incrollabile la nostra fiducia e la stima nei confronti della magistratura, specie quando si tratta della Cassazione. Speriamo che nelle fasi successive vengano valutati e approfonditi con equilibrio sogni, dichiarazioni e interpretazioni”.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *