MELANIA, PM DISPONE DIVIETO DI PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI

Melania Rea

ASCOLI PICENO – Divieto di pubblicazione degli atti relativi all’inchiesta per l’omicidio di Melania Rea, la ventinovenne di Somma Vesuviana, scomparsa ad Ascoli Piceno il 18 aprile e trovata uccisa a coltellate due giorni dopo a Ripe di Civitella (Teramo), e in particolare di tutti gli accertamenti irripetibili. Lo ha disposto la Procura di Ascoli dopo l’interrogatorio di ieri del vedovo della donna, Salvatore Parolisi, indagato per uxoricidio, che si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Il divieto riguarda in particolare i contenuti dell’interrogatorio, ma anche l’esito dell’autopsia effettuata dall’anatomopatologo Adriano Tagliabracci e gli accertamenti condotti dai carabinieri del Ris. Non riguarda invece gli accertamenti sul traffico telefonico e sui tabulati condotti dal Ros, in quanto esami ripetibili.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *