Roma, De Rossi squalificato per tre turni

Il pugno a Stefano Mauri nel derby costa caro a Daniele De Rossi. Il centrocampista della Roma, espulso nel finale del primo tempo nella gara con la Lazio, è stato squalificato per tre turni dal giudice sportivo. Salterà le gare contro Torino, Pescara e Siena. Nella motivazione si legge “per avere, al 48′ del primo tempo, con il pallone non a distanza di giuoco, colpito un avversario con un pugno al volto”

Ma le conseguenze del derby non si esauriscono alla squalifica di De Rossi. La Roma infatti non potrà disporre contro il Torino di Tachtsidis e Burdisso, mentre la Lazio nel big match contro la Juventus non avrà Mauri e Lulic.
La società giallorossa valuterà domani la decisione del giudice sportivo su De Rossi e poi deciderà o meno se inoltrare ricorso. Secondo quanto filtra da Trigoria, tuttavia, la Roma sembra intenzionata ad accettare la squalifica.

GLI ALTRI PROVVEDIMENTI – Un turno anche a Danilo (Udinese), Parra (Atalanta), Biabiany (Parma), Ambrosini (Milan), Behrami (Napoli), Peluso (Atalanta), Pirlo (Juventus), Rigoni (Chievo). Tra le società, ammende a Udinese (10.000 euro per cori razzisti), Lazio, Roma e Atalanta (8.000 euro a testa), Pescara (5.000 euro), Genoa (3.000 euro).


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *