Esclusione dalla gara d’appalto per affidamento del servizio pubblico locale di distribuzione gas naturale – Consiglio di Stato Sentenza n.6363/2012

sul ricorso numero di registro generale 6046 del 2012, proposto da:
Comune di Valenza, rappresentato e difeso dagli avv. Paolo Scaparone, Cinzia Picco, con domicilio eletto presso Luca Di Raimondo in Roma, via della Consulta 50;
contro
Metanprogetti Srl, rappresentata e difesa dagli avv.ti Emanuela A. Barison, Alessandro Sciolla, Sergio Viale e Gianluca Contaldi, con domicilio eletto presso Gianluca Contaldi in Roma, via Pier Luigi Da Palestrina, n. 63;
Amag – Azienda Multiutility Acqua Gas Spa;
Enel Rete Gas Spa, rappresentata e difesa dagli avv. Giuseppe De Vergottini, Cesare Caturani, con domicilio eletto presso Giuseppe De Vergottini in Roma, via Antonio Bertoloni, 44;
nei confronti di
Ati – Azienda Multiservizi Valenzana Spa, Ati – Egea Spa, appellante incidentale, rappresentata e difesa dagli avv. Massimo Andreis, Giacomo Santi e Mario Sanino, con domicilio eletto presso Mario Sanino in Roma, viale Parioli, 180;
per la riforma
della sentenza del T.A.R. PIEMONTE – TORINO: SEZIONE I n. 00738/2012, resa tra le parti, concernente esclusione dalla gara d’appalto per affidamento del servizio pubblico locale di distribuzione gas naturale

Consiglio di Stato, Sezione Quinta, Sentenza n. 6363/2012 del 11.12.2012

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio di Metanprogetti Srl, di Enel Rete Gas Spa e di Ati Azienda Multiservizi Valenzana Spa – Egea Spa;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Visto l’art. 120 cod. proc. amm.;
Considerato che le parti hanno dichiarato di avere interesse alla pubblicazione anticipata del dispositivo rispetto alla sentenza;
Relatore nell’udienza pubblica del giorno 11 dicembre 2012 il Cons. Francesco Caringella e uditi per le parti gli avvocati Scaparone, Contaldi, Manservisi, per delega dell’Avvocato De Vergottini, e Sanino;

PER LE RAGIONI CHE SARANNO ESPOSTE IN MOTIVAZIONE
Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta)
definitivamente pronunciando, accoglie l’appello principale proposto dal Comune di Valenza e l’appello incidentale proposto dall’ ATI Azienda Multiservizi Valenzana s.p.a.-Egea s.p.a e, per l’effetto, in riforma della sentenza appellata, dichiara l’irricevibilità del ricorso di primo grado proposto da Enel Rete Gas s.p.a. e l’inammissibilità del ricorso di primo grado proposto da Metanprogetti s.r.l.;
Condanna in via solidale Enel Rete Gas e Metanprogetti s.r.l. al pagamento delle spese di giudizio che liquida nella misura complessiva di 10.000//00 (diecimila//00) euro da dividere in parti uguali tra l’appellante principale e l’appellante incidentale.
Ordina che il presente dispositivo sia eseguito dall’autorità amministrativa.
Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 11 dicembre 2012 con l’intervento dei magistrati:
Marzio Branca, Presidente
Francesco Caringella, Consigliere, Estensore
Manfredo Atzeni, Consigliere
Fabio Franconiero, Consigliere
Carlo Schilardi, Consigliere
Da Assegnare Magistrato, Consigliere

L’ESTENSORE IL PRESIDENTE

DEPOSITATO IN SEGRETERIA
Il 11/12/2012
(Art. 119, co. 5, cod. proc. amm.)
IL SEGRETARIO
(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.