Esclusione dalla gara d’appalto per affidamento del servizio pubblico locale di distribuzione gas naturale – Consiglio di Stato Sentenza n.6363/2012

sul ricorso numero di registro generale 6046 del 2012, proposto da:
Comune di Valenza, rappresentato e difeso dagli avv. Paolo Scaparone, Cinzia Picco, con domicilio eletto presso Luca Di Raimondo in Roma, via della Consulta 50;
contro
Metanprogetti Srl, rappresentata e difesa dagli avv.ti Emanuela A. Barison, Alessandro Sciolla, Sergio Viale e Gianluca Contaldi, con domicilio eletto presso Gianluca Contaldi in Roma, via Pier Luigi Da Palestrina, n. 63;
Amag – Azienda Multiutility Acqua Gas Spa;
Enel Rete Gas Spa, rappresentata e difesa dagli avv. Giuseppe De Vergottini, Cesare Caturani, con domicilio eletto presso Giuseppe De Vergottini in Roma, via Antonio Bertoloni, 44;
nei confronti di
Ati – Azienda Multiservizi Valenzana Spa, Ati – Egea Spa, appellante incidentale, rappresentata e difesa dagli avv. Massimo Andreis, Giacomo Santi e Mario Sanino, con domicilio eletto presso Mario Sanino in Roma, viale Parioli, 180;
per la riforma
della sentenza del T.A.R. PIEMONTE – TORINO: SEZIONE I n. 00738/2012, resa tra le parti, concernente esclusione dalla gara d’appalto per affidamento del servizio pubblico locale di distribuzione gas naturale

Consiglio di Stato, Sezione Quinta, Sentenza n. 6363/2012 del 11.12.2012

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio di Metanprogetti Srl, di Enel Rete Gas Spa e di Ati Azienda Multiservizi Valenzana Spa – Egea Spa;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Visto l’art. 120 cod. proc. amm.;
Considerato che le parti hanno dichiarato di avere interesse alla pubblicazione anticipata del dispositivo rispetto alla sentenza;
Relatore nell’udienza pubblica del giorno 11 dicembre 2012 il Cons. Francesco Caringella e uditi per le parti gli avvocati Scaparone, Contaldi, Manservisi, per delega dell’Avvocato De Vergottini, e Sanino;

PER LE RAGIONI CHE SARANNO ESPOSTE IN MOTIVAZIONE
Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta)
definitivamente pronunciando, accoglie l’appello principale proposto dal Comune di Valenza e l’appello incidentale proposto dall’ ATI Azienda Multiservizi Valenzana s.p.a.-Egea s.p.a e, per l’effetto, in riforma della sentenza appellata, dichiara l’irricevibilità del ricorso di primo grado proposto da Enel Rete Gas s.p.a. e l’inammissibilità del ricorso di primo grado proposto da Metanprogetti s.r.l.;
Condanna in via solidale Enel Rete Gas e Metanprogetti s.r.l. al pagamento delle spese di giudizio che liquida nella misura complessiva di 10.000//00 (diecimila//00) euro da dividere in parti uguali tra l’appellante principale e l’appellante incidentale.
Ordina che il presente dispositivo sia eseguito dall’autorità amministrativa.
Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 11 dicembre 2012 con l’intervento dei magistrati:
Marzio Branca, Presidente
Francesco Caringella, Consigliere, Estensore
Manfredo Atzeni, Consigliere
Fabio Franconiero, Consigliere
Carlo Schilardi, Consigliere
Da Assegnare Magistrato, Consigliere

L’ESTENSORE IL PRESIDENTE

DEPOSITATO IN SEGRETERIA
Il 11/12/2012
(Art. 119, co. 5, cod. proc. amm.)
IL SEGRETARIO
(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

 


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *