Edilizia e urbanistica: se l’annullamento d’ufficio di un titolo edilizio viene annullato in sede giurisdizionale per difetto di motivazione, la P.A. può intervenire nuovamente

In tema di edilizia e urbanistica: 1) nell’ipotesi in cui l’annullamento d’ufficio di un titolo edilizio sia stato annullato in sede giurisdizionale per difetto di motivazione, l’Amministrazione conserva il potere di intervenire nuovamente, motivando l’esistenza di un interesse pubblico concreto e attuale all’annullamento del titolo; 2) l’accertamento dell’inottemperanza all’ingiunzione di demolizione costituisce un atto meramente dichiarativo, che si limita a formalizzare l’effetto (acquisizione gratuita del bene al patrimonio comunale) già verificatosi alla scadenza del termine assegnato con l’ingiunzione stessa; l’acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle opere edilizie abusivamente realizzate è, infatti, una misura di carattere sanzionatorio, che consegue automaticamente all’inottemperanza dell’ordine di demolizione; sicché, attesa la natura dichiarativa di detto accertamento, l’area interessata, ove non riportata nell’ordine di demolizione, può essere successivamente indicata in sede di acquisizione (conferma TAR Calabria, sez. I, sent. n. 997/2013; riforma in parte Id., sez. II, sent. n. 142/2015).

Consiglio di Stato, sezione IV, 26 maggio 2020, n. 3330 (Ejus.it)


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *