Immigrati. Ecco le regole per ottenere il permesso temporaneo di soggiorno

L’Italia concedera’ un permesso temporaneo di soggiorno di sei mesi solo ai nordafricani giunti nel nostro paese fra il primo gennaio e la mezzanotte del 5 aprile. Nulla e’ previsto per gli immigrati di altri Paesi. Per i nordafricani giunti in Italia dopo il 5 aprile ci sara’ il respingimento o l’espulsione, che potra’ essere attuata anche “con accompagnamento immediato alla frontiera”. Lo stabilisce il Decreto del Presidente del Consiglio, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

IL PERMESSO SOGGIORNO VA CHIESTO ENTRO il 16 APRILE
I nordafricani, giunti in Italia fra il primo gennaio ed il 5 aprile, dovranno chiedere il permesso di soggiorno temporaneo di 6 mesi entro il 16 aprile.  L’Italia non concedera’ il permesso di soggiorno temporaneo:
1) a chi non e’ nordafricano; 2) ai nordafricani giunti in Italia prima del primo gennaio o dopo l’8 aprile; 3) a chi e’ socialmente pericoloso; 4) a chi e’ gia’ destinatario di un provvedimento di espulsione; 5) a chi e’ stato denunciato per reati per i quali e’ previsto l’arresto in flagranza (salvo assoluzione) o per chi e’ stato condannato.

IL PERMESSO DI SOGGIORNO DA 6 MESI VALE ANCHE PER L’UE
L’Italia stabilisce con un Decreto del Presidente del Consiglio che il permesso di soggiorno temporaneo di 6 mesi per i cittadini nordafricani, giunti in Italia fra il primo gennaio ed il 5 aprile, consentira’ “all’interessato, titolare di un documento di viaggio, la libera circolazione nei Paesi Ue, conformemente alle previsioni dell’Accordo di Schengen e della normativa comunitaria”. Lo si legge nel Dpcm, pubblicato stasera sulla Gazzetta Ufficiale. Secondo l’Italia, una volta ottenuto il permesso di soggiorno temporaneo, l’unico limite per poter accedere negli altri Paesi Ue sara’ la titolarita’ di un documento di viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.