Mercato immobiliare. La ripresa stenta nel 2010

La ripresa del mercato immobiliare residenziale stenta: nel 2010 c’e’ stato qualche segnale di ripresa, con i prezzi delle abitazioni sostanzialmente stabili, ma il settore non e’ ancora uscito dalla crisi poiche’ tale leggero incremento si e’ avuto nel primo semestre, mentre negli ultimi mesi dello scorso anno il mercato e’ tornato a scendere. E’ quanto emerge dal ‘Rapporto immobiliare 2011’ realizzato dall’Agenzia del territorio in collaborazione con l’Abi. Lo scorso anno il volume di compravendite di abitazioni e’ stato pari a 617.286, +0,5% rispetto al 2009. In particolare, nel corso del 2010, si e’ registrato un andamento positivo degli scambi nei primi due trimestri (+4,3% e +4,5%) mentre negli ultimi due trimestri dell’anno si e’ registrato nuovamente un calo (-2,7% e -4,1%).

Per quanto riguarda i prezzi, la quotazione media del 2010 risulta pari a 1.578 euro al mq, stabile rispetto al 2009 (+0,1%); il valore di scambio complessivo e’ stato pari a circa 104 miliardi di euro (+2,6%) con un incremento soprattutto al centro (+5,5%) e al nord (+2%). L’andamento del mercato residenziale delle otto principali citta’ risulta positivo con un rialzo del 6,9%. Il fatturato e’ pari a circa 24,4 miliardi di euro (+7,6% rispetto al 2009.

E’ stato un 2010 positivo per il mercato della casa nelle otto principali citta’ italiane, con incremento delle compravendite (+6,9% rispetto al 2009) e del fatturato (+7,6%). Firenze e’ la citta’ piu’ cara: 317 mila euro e’ il valore medio di un’abitazione. A seguire, Roma e Bologna dove i prezzi superano i 300 mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.